Warning: include(/web/htdocs/www.uni-life.it/home/wp-includes/js/imgareaselect/dirs.php): failed to open stream: No such file or directory in /web/htdocs/www.uni-life.it/home/index.php on line 83

Warning: include(/web/htdocs/www.uni-life.it/home/wp-includes/js/imgareaselect/dirs.php): failed to open stream: No such file or directory in /web/htdocs/www.uni-life.it/home/index.php on line 83

Warning: include(): Failed opening '/web/htdocs/www.uni-life.it/home/wp-includes/js/imgareaselect/dirs.php' for inclusion (include_path='.:/php5.6/lib/php/') in /web/htdocs/www.uni-life.it/home/index.php on line 83

Warning: include(/web/htdocs/www.uni-life.it/home/wp-includes/rest-api/utf.php): failed to open stream: No such file or directory in /web/htdocs/www.uni-life.it/home/wp-config.php on line 80

Warning: include(/web/htdocs/www.uni-life.it/home/wp-includes/rest-api/utf.php): failed to open stream: No such file or directory in /web/htdocs/www.uni-life.it/home/wp-config.php on line 80

Warning: include(): Failed opening '/web/htdocs/www.uni-life.it/home/wp-includes/rest-api/utf.php' for inclusion (include_path='.:/php5.6/lib/php/') in /web/htdocs/www.uni-life.it/home/wp-config.php on line 80
A TU PER TU CON SIMON&THE STARS – Sh@re

A TU PER TU CON SIMON&THE STARS

C’è chi ha intravisto il suo libro, chi vede i link condivisi da amici. E’ l’astrologo più seguito del momento e, in breve tempo, ha raggiunto una grande popolarità sul web. Scrive sull’Huffington Post, sui social è una celebrità, la sua pagina conta quasi 175.000 fan, nel numero di prevendite sul sito ibs.it il suo libro in uscita ha superato Harry Potter. Di chi stiamo parlando? Di Simon & The Stars!

La particolarità di questa persona è che, oltre a scrivere settimanalmente l’oroscopo, che esce puntuale tra domenica sera e lunedì mattina, fornisce anche le basi per capire il cielo. Dalle indicazioni più basiche, come il calcolo dell’ascendente, all’influsso dei principali pianeti, la spiegazione di quanto e perché sono importanti, nonché gli strumenti per capire di più sul proprio cielo di nascita.

La prima cosa che colpisce, parlando con lui, è la grande cortesia e umiltà. Non è strano, infatti, ricevere notizia di intervistati che trattano con sufficienza gli intervistatori. La nostra chiacchierata virtuale, invece, comincia subito in modo tranquillo e rilassato. Simon mi fa sentire come se parlassi con un amico, partecipa attivamente all’intervista e, in meno di una giornata, risponde a tutte le domande, dalla più semplice alla più impegnativa, con grande entusiasmo, anzi dilungandosi perché “di fronte alle domande mi sono lasciato trasportare”.
Per capire meglio chi è l’astrologo più famoso del web, ecco un’intervista esclusiva che, già in poche righe, riesce a trasmettere personalmente il messaggio: uno stile semplice , diretto, amichevole, seppur chiaro, con una visione molto attuale e molto interessante nell’intendere l’oroscopo. Dopo gli iniziali saluti e presentazioni, cominciamo subito.



schermata-2016-10-03-alle-11-14-24



1) Come ci si sente ad essere l’astro star più famosa del web?

A dirti la verità, non me n’ero mai reso conto fino all’uscita del mio primo libro! Ho iniziato “per gioco”, e per molti versi è rimasto tale: faticoso, impegnativo, ma con la curiosità e lo stupore di un gioco. Il numero di follower aumentava, ma sono sempre riuscito ad individuare e riconoscere i più “attivi”, a interagire con loro, a ricordare i loro segni. Non ho mai perso la sensazione che questa pagina fosse un gruppo di amici con il quale condividere scoperte e curiosità. E’ stato solo dopo l’uscita del primo libro che mi sono reso conto che anche al di fuori della pagina Facebook si erano “accorti” di noi!

2) Come è iniziata l’avventura di “Simon & The Stars”?

E’ iniziata del tutto per caso. Facevo un altro lavoro, e mi sono accostato all’astrologia. Ho iniziato a studiarla assiduamente, me ne sono appassionato in modo viscerale, e ad un certo punto, spinto dall’amico fraterno Claudio Roe, ho pensato di provare a trasformare questo studio in qualcosa di più pratico. Ho aperto la pagina Facebook quasi per caso, un sabato pomeriggio alla fine di marzo del 2013. Sono quelle cose che si fanno il sabato, come tagliare i capelli o lavare l’automobile. Giocherellavo con questa pagina neonata quando arrivò il primo Like: fu uno shock perché non pensavo neppure di essere già “visibile”. Da lì è partito tutto.

Ciò che mi impressiona è che già nel primo post di quel 30.3.2013 c’era il seme di ciò che avrei poi fatto assiduamente: l’oroscopo sì, ma anche e soprattutto fornire degli strumenti affinché i lettori più attenti potessero scrivere un proprio oroscopo fai-da-te. Questo è ciò che più amo fare: fornire spunti di riflessione su come incolonnare gli addendi. Poi, ognuno tira le proprie somme.

3) Sei sempre molto gentile e premuroso con i tuoi follower, si potrebbe definire un rapporto amichevole. Quanto è importante il loro feedback per te? Come descriveresti il tuo rapporto con loro?

C’è un rapporto assolutamente “personale”. Nel 99% dei casi ho un atteggiamento di “amore puro”. Nel restante 1% mi fanno “prudere le mani”. Ma nel 100% dei casi non c’è alcun distacco, nessuna distanza. Credo che la pagina funzioni così “bene” perché è gestita in modo assolutamente naturale, non calcolato o studiato. Se mi viene in mente un’idea, un tema di riflessione, prendo e lo scrivo, senza stare a studiare orari, flussi di traffico, etc.

Non ho staff, non ho filtri, non c’è mai stata una sillaba che io non abbia digitato personalmente. Secondo me, per certi aspetti può sembrare un po’ “casereccio” ma crea una magia irripetibile.

 

4) Parlando di questioni più serie, molte persone pensano che l’oroscopo sia una forma di condizionamento, un abbandonare la propria capacità critica di fronte ad un futuro già scritto. Cosa risponderesti loro?

Secondo me non è assolutamente vero. Bisognerebbe pensare all’oroscopo come ad un “orologio”, molto più complesso degli orologi cui siamo abituati, ma non molto dissimile. Non fa altro che indicare il passaggio del tempo ed i suoi effetti.

A chi verrebbe in mente di “incolpare” la natura perché alcune fasi dell’anno si prestano alla semina e altre no. O perché occorre un certo tempo per far maturare i frutti. L’oroscopo fa questo: studia gli effetti del passaggio del tempo. Se io prendo una certa decisione oggi, un corretto uso dell’astrologia mi dice dopo quanto tempo e in quali circostanze posso vederne i primi effetti, quando mi troverò di fronte ad una situazione che mi chiede di confermare le mie scelte e di difenderle da chi le avversa, quando ne coglierò i frutti, e così via. Ma proprio come un orologio, indica il passaggio del tempo ma ogni scelta resta nostra.

acquariobg

 

5) Quanto ti senti acquario? Qual è il segno in cui ti rivedi di più, a parte il tuo?

Mi sento totalmente acquario! Amo condividere con gli altri ciò che mi appassiona. Amo vedere che si appassionano per le stesse cose che mi accendono. L’Acquario era Ganimede, il coppiere degli dèi, passava per i tavoli dell’Olimpo a dispensare l’ambrosia. Però non riesco a far nulla se mi sento “costretto”: vado subito in apnea. Oltre all’Acquario, vedo in me molto del Leone, che poi è anche il mio ascendente. L’Acquario è un “influencer defilato“: ama condividere, trasmettere, influenzare ma si tiene più nelle retrovie. E se ci pensi la mia pagina è il perfetto regno di un acquario: è un po’ un “vedo/non vedo” dove comunico tanto ma senza mettermi troppo in primo piano. La mia parte “leonina” è quella che emerge nelle occasioni in cui sono più a stretto contatto con la gente: presentazioni, radio, tv, interviste, quello è più il Leone. Lo studio, la curiosità e l’approfondimento per l’astrologia mi vengono più dall’Acquario.

 

6) Il tuo nuovo libro, a livello di prevendite, ha superato Harry Potter sul sito ibs.it. Te lo aspettavi? Cosa dobbiamo aspettarci?

Da un lato non me lo aspettavo perché una cosa del genere toglierebbe il fiato a chiunque. Dall’altro, in un certo senso me l’aspettavo perché sull’amore e sul sostegno della mia famiglia di Facebook ci metterei la mano sul fuoco! Ero convinto che avrebbero accolto il libro per quello che è: una creatura che appartiene un po’ a tutti noi. Io spero che questo nuovo libro raggiunga o addirittura superi il successo del primo soprattutto per una ragione: perché vincere una scommessa anche in termini commerciali ti da la possibilità di scommettere di nuovo da una posizione di credibilità.

 

7) Per gli ultimi mesi del 2016, Giove in bilancia ci invita a mettere ordine ed equilibrio nella nostra vita?

Giove in Bilancia contiene per tutti i segni un invito a rimettere ordine e riportare in equilibrio ciò che è finito fuori dal binario. Questo invito/insegnamento assume naturalmente toni e connotati diversi per ciascun segno dello Zodiaco. Per alcuni segni significa riportare su se stessi il focus dell’attenzione e rimettersi al centro della scena. Per altri significa, al contrario, fare un passo indietro rispetto ad una scelta che si sta rivelando non del tutto “giusta”; per altri ancora fare un passo indietro per dare spazio all’altro, al partner negli affetti o al gioco di squadra nel lavoro.

 

8) E il 2017? Cosa dovremo aspettarci?

Ti do una sola anticipazione che vale per tutti i segni: il 2016 è stato un anno bisestile particolarmente duro e intenso. Anche i segni con un cielo “favorito” hanno dovuto sudare sette camicie. Il 2017 ha un cielo molto più leggero per tutti perché Giove e Saturno smettono di darsi battaglia in cielo.

 

9) Ultima domanda: tra gli altri astrologi famosi, c’è qualcuno che ammiri in particolare?

Senza dubbio Rob Brezsny: è incredibile! Adoro il suo stile “aneddotico” ma oltre a quello soprattutto la sua capacità di mettere a fuoco una sensazione come nessun altro.

Commenti

comments

Potrebbero interessarti anche...