Warning: include(/web/htdocs/www.uni-life.it/home/wp-includes/js/imgareaselect/dirs.php): failed to open stream: No such file or directory in /web/htdocs/www.uni-life.it/home/index.php on line 94

Warning: include(/web/htdocs/www.uni-life.it/home/wp-includes/js/imgareaselect/dirs.php): failed to open stream: No such file or directory in /web/htdocs/www.uni-life.it/home/index.php on line 94

Warning: include(): Failed opening '/web/htdocs/www.uni-life.it/home/wp-includes/js/imgareaselect/dirs.php' for inclusion (include_path='.:/php5.6/lib/php/') in /web/htdocs/www.uni-life.it/home/index.php on line 94

Warning: include(/web/htdocs/www.uni-life.it/home/wp-includes/rest-api/utf.php): failed to open stream: No such file or directory in /web/htdocs/www.uni-life.it/home/wp-config.php on line 85

Warning: include(/web/htdocs/www.uni-life.it/home/wp-includes/rest-api/utf.php): failed to open stream: No such file or directory in /web/htdocs/www.uni-life.it/home/wp-config.php on line 85

Warning: include(): Failed opening '/web/htdocs/www.uni-life.it/home/wp-includes/rest-api/utf.php' for inclusion (include_path='.:/php5.6/lib/php/') in /web/htdocs/www.uni-life.it/home/wp-config.php on line 85
Arte e spettacolo, cala il sipario sul Dinamico Festival – Sh@re

Arte e spettacolo, cala il sipario sul Dinamico Festival

«Quando il mondo diventa un pasticcio enorme con nessuno al timone – scriveva Joni Mitchell – è il momento per gli artisti di lasciare il segno». Al Parco del Popolo, funamboli, suonatori, astronauti, ballerini balcanici e giocolieri un segno l’hanno lasciato davvero, colorando Reggio Emilia per quattro intense giornate.

Anche quest’anno è calato il sipario sul Dinamico Festival, tra sorrisi, spettacoli, workshop e tanta voglia di fare. A dare vita al tutto mille sfaccettature del circo contemporaneo. Protagonisti dell’evento, artisti già noti dal pubblico del Dinamico, come i Magda Clan e i Brunette Bros, e compagnie alla loro prima apparizione in città come Les Rois Vagabondes, la compagnia El Grito, i Cie Zenhir ed eia.


«Quest’anno – ha raccontato Elena Burani, direttrice artistica del festival – abbiamo voluto investire in particolare sugli artisti italiani con una selezione di compagnie di altissimo livello. Un modo per dare un segnale forte e per dare spazio ad artisti che nel nostro paese spesso faticano a lavorare. Ne abbiamo richiamati tanti da tutta Europa – ha continuato – per portarli a Reggio Emilia a mettere in scena tanti tipi di spettacolo, da quelli sotto tenda a improvvisazioni e concerti in diversi spazi del parco».

E ancora. «Quello che abbiamo in mente – ha concluso Burani – è una grande festa dedicata all’incontro tra persone e arte, investendo sullo spettacolo dal vivo».

Spazio ora ai numeri. A rendere magica la città sono state 14 compagnie con 49 eventi in 4 giorni di festival. Il tutto condito con la giocoleria, le acrobazie, il teatro, la musica, un pizzico di entusiasmo e una spolverata di pepe. Non resta ora che aspettare la prossima magia.

Commenti

comments

Potrebbero interessarti anche...